Indice del forum

Sampdoria è vita



PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

Stagione venatoria senza limiti
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Di tutto un pò:musica,animali,video & varie,attualità e cronaca,informatica
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
Homer

.
.


utenti


Età: 50
Registrato: 25/02/07 00:26
Messaggi: 6703
Homer is offline 

Località: Genova
Interessi: Sampdoria, giri in scooter, musica, libri
Impiego: Infermiere
Sito web: http://blogs.myspace.c...

MessaggioInviato: Gio Feb 11, 2010 11:36 am    Oggetto:  Stagione venatoria senza limiti
Descrizione:
Rispondi citando

Polemica sulla caccia, la rivolta
degli animalisti contro la legge

Le associazioni: «E' follia sparare tutto l'anno»

ANTONELLA MARIOTTI
30/1/2010
Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
TORINO
È iniziata la grande protesta contro l’articolo 38 «stragista», secondo gli animalisti, della legge dell’Ue che permette la caccia tutto l’anno. Subito dopo l’approvazione in Senato dell’articolo che elimina i limiti di tempo alla stagione venatoria, il mondo animalista è insorto: dalle associazioni internazionali, come Wwf, Greenpeace e la Lipu-Birdlife con Legambiente, fino agli Animalisti italiani, agli Amici della terra e poi l’Enpa, Fare verde, Lav, Lida, Memento naturae, No alla caccia, Oipa, Associazione vittime della caccia e Vas e, infine, i gruppi su Facebook che minacciano proteste e marce per le città contro chiunque sostenga la caccia. Tutti contro i senatori che - accusano le associazioni - hanno preso una «decisione vergognosa. E ora inizia la mobilitazione per «una battaglia epocale alla Camera». Questa legge - sostengono - mette a rischio tutti i volatili.

Saranno giorni molto intensi, i prossimi, anche all’interno della maggioranza. Il sentimento animalista è trasversale e per la salvezza dell’allodola si possono formare alleanze pronte a dividere anche i governi dai numeri più solidi. Ieri il ministro all’Ambiente Stefania Prestigiacomo ha gridato al «colpo di mano»: «Correggeremo alla Camera questa legge. L’idea della caccia libera per divertimento è un qualcosa che definirei una barbarie culturale che pensavo appartenesse al passato». E domani in Abruzzo parte la prima protesta dal vivaio del Corpo forestale di Collecorvino, a Pescara: ci sarà «una passeggiata ecologica per disturbare i cacciatori». Lo slogan sarà: «Referendum abrogativo subito».

«I cacciatori non hanno mai rispettato le leggi - sostiene Walter Caporale, presidente dell’Associazione animalisti italiani onlus -. In Abruzzo, con la compiacenza dell’assessore alla caccia e di un pugno di consiglieri, non sono mai state rispettate neanche le ordinanze del Tar. Anzi si è depositato, discusso in Commissione e approvato un progetto di legge incostituzionale. Tutto in una settimana».

Ma ieri, mentre il tam tam anti-caccia chiamava alla rivolta, da Bruexelles arrivava una precisazione dei cacciatori: «La legge italiana ha recepito la direttiva europea secondo cui il prelievo venatorio deve essere controllato, programmato e coordinato. I clamori mossi contro questo atto del governo è un sistema italico di dire no da parte di cui non condivide questa visione». Così Giovanni Bana, vicepresidente della Federazione delle associazioni di caccia e conservazione della fauna selvaggia dell’Ue (Face) con sede a Bruxelles. «L’Italia - ha precisato - si adegua alla direttiva europea sugli uccelli - la 409 del 2 aprile 1979 - che ci consentirà di eliminare ogni contenzioso con la Commissione europea e con la Corte di giustizia dell’Ue».

C’è poi da sottolineare che ogni decisione sulla stagione venatoria dovrà passare dall’approvazione dell’Ispra, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Una considerazione però che non soddisfa - chiarisce il Wwf Italia - sottolineando che «solo un italiano su 10 è favorevole alla caccia: lo dice un sondaggio dell’Ipsos commissionato da noi e altre associazioni. Del resto i cacciatori sono solo 800 mila, anche se sono una lobby molto potente». Per la Lipu poi la Ue non c’entra. Anzi: «Gravissima è l’assenza dall’articolo 38 di uno degli elementi chiave delle richieste comunitarie: il divieto esplicito di caccia nei periodi di riproduzione e migrazione degli uccelli». Cento associazioni (anche culturali, e di fotografi) hanno scritto a Berlusconi perché fermi l’articolo 38 «proprio nell’Anno della Biodiversità».

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Allodola
Specie migratrice, nel periodo autunnale è minacciata dalle alterazioni all'habitat e dall'inquinamento.


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Beccaccino
E' più numeroso durante la migrazione e nel periodo invernale. Ora è a rischio per l'inquinamento e la caccia illegale


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Pavoncella
Nidifica al nord, ma la popolazione crolla perchè viene spesso catturata per essere utilizzata come richiamo dai cacciatori


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Pernice sarda
Vive solo in Sardegna e conta tra 5 mila e 10 mila coppie: è minacciata dalle campagne di ripopolamento venatorio


Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Fagiano di monte
E' presente sulle Alpi, ma è a rischio per le alterazioni ambientali e la vulnerabilità durante il periodo riproduttivo

_________________
Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage Indirizzo AIM MSN Messenger
Adv



MessaggioInviato: Gio Feb 11, 2010 11:36 am    Oggetto: Adv






Torna in cima
loriana

amministratore delegato
amministratore delegato





Età: 43
Registrato: 16/07/07 14:09
Messaggi: 2613
loriana is offline 

Località: Genova


Sito web: http://maurise.mastert...

MessaggioInviato: Ven Ott 21, 2011 5:19 pm    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Parte la stagione venatoria 2011: è caccia sostenibile?

La stagione della caccia parte tra spari e polemiche: amica o nemica dell'ambiente?
Da oggi, primo settembre, 15 regioni italiane daranno il via alla pre-apertura della caccia, in attesa della stagione venatoria ufficiale, in programma dal 18 settembre al 30 gennaio.
Una stagione che come ogni anno apre tra molte polemiche, tra chi sostiene la caccia e chi invece vorrebbe fermarla.
In particolare i cacciatori giurano che quest'anno più di ogni altro la stagione venatoria aprirà le porte ad una caccia sostenibile, espressione che potrebbe risultare come un ossimoro agli occhi di associazioni animaliste e di amanti degli animali.
Ma perchè si parla di caccia sostenibile? Durante la stagione venatoria solo alcuni tipi di uccelli sono cacciabili, specialmente in in pre-apertura, quando pochi mammiferi tra cui il camoscio, il capriolo, il cinghiale, il coniglio selvatico e la volpe sono oggetto di caccia.
Ogni cacciatore ha dei precisi limiti sulla selvaggina cacciata, non potrà dunque cacciare troppi esemplari.
E poi, dicono i sostenitori, c'è in molte zone il problema di specie aggressive che proliferano incontrollate, provocando la scomparsa di specie più deboli; e infine specie, come il cinghiale, che se aumentano in modo incontrollato provocano danni alle aree agricole e proteste tra la popolazione.
Certo, c'è da chiedersi chi sia l'ospite di questa terra, se l'uomo o l'animale, e se sia per forza l'uomo a dover godere di più diritti: è in fondo nostra la terra che abitiamo?
Caccia sostenibile o no, Ign, la testata online del Gruppo GMC Adnkronos ha portato avanti un questionario sulla pagina Facebook di Ign: il 90% di coloro che hanno risposto al questionario si dicono contrari alla caccia...
E voi cosa ne pensate?

Solo gli utenti registrati possono vedere i link!
Registrati o Entra nel forum!
Torna in cima
Profilo Messaggio privato HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Di tutto un pò:musica,animali,video & varie,attualità e cronaca,informatica Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





Sampdoria è vita topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008